Il processo creativo / the creative process

 

TALOS FESTIVAL 2019

La prima tappa di ricerca è stata sviluppata a settembre 2019 in occasione di Talos Festival. Questa prima indagine ha definito uno spazio circolare, un luogo che raccoglie e che chiama a raccolta, in cui essere osservati e da cui guardare al mondo. Un cerchio dai confini immateriali, permeabili e sonori, custodito dai due musicisti. 

Il terreno di Talos Festival 2019 si è dimostrato la coltura ideale in cui indagare l’umanità del gesto. Abbiamo affrontato la nostra indagine prima dopo aver incontrato, nei percorsi di creazione coreografica di Talos Festival dedicati agli amatori, decine di cittadini di diverse generazioni. Un bagno di umanità, gioia, memorie e incanto che ci ha toccato e mosso.

 

 DSC9885   DSC9911   DSC9895 

 

The first research step was developed on September 2019 in the framework of Talos Festival. In this first period we defined a circular space, a close and open place, in which being observed and from which watching at the world. A circle characterized by immaterial, receptive and sounding limits, housed by the musicians. 

Talos Festival 2019 contest was an ideal culture medium in which research around the humanity of the gesture. We started our first research step, after meeting a lot of different ages citizens, involved in the Talos Festival choreographic creation paths for amateur people. A deep dive into humanity, joy, memories and enchantment. An experience that deeply touched and moved us.

 

 

   

ALTOFEST Matera Basilicata 2019 edizione speciale

La seconda tappa di ricerca è stata AltoFest Matera Basilicata 2019 edizione specialetra novembre e dicembre 2019.“Abitare Futuro” è stato il tema portante di questa edizione speciale di Altofest. Oltre 26 artisti internazionali, con performance in 11 città, sono stati ospiti dei cittadini residenti di 5 differenti aree della Basilicata. Altofest è un progetto di socialità sperimentale che si fonda sulla prossimità, sul dono, sulla cura reciproca, dando vita ad una relazione diretta tra artista e cittadino residente, inaugurando così un dialogo sul senso profondo dell’ospitalità. 

La collocazione della ricerca in un contesto domestico e privato si è rivelata stimolante e generativa. La relazione con i cittadini donatori di spazio è stata l’occasione per definire il rapporto con uno spazio specifico, con la concentrazione dei corpi nello spazio e con la dinamica dell'appartenenza/proprietà/estraneità/invasione.

DSC01515 DSC01314 DSC01245

 

The second step of research was developed in the framework of AltoFest Matera Basilicata 2019 special editionbetween November and December 2019. "Abitare Futuro" is the theme inspiring this Altofest special edition. Over 26 international artists with performances in 11 towns of Basilicata Region, in 5 different areas, were hosted by residents in their houses, which then became venues that welcame audiences. Altofest explores experimental sociality through contemporary live art. Working in a private house was very inspiring. The relationship with the resident citizens was an occasion to search in a specific environment around the over concentration of the bodies in the space and the dynamics of property, extraneousness and invasion. 

 

 


GENESI, comunità metropolitana in cerchio - ARENE CULTURALI 2020

La terza e ultima tappa di ricerca si è sviluppata nella prima settimana di settembre 2020 nel quartiere Japigia di Bari, in occasione della programmazione ARENE CULTURALI della Città di Bari. Il progetto GENESI, comunità metropolitana in cerchio è nato dalla necessità di ritrovarsi, dal desiderio di superare le difficoltà economiche, sociali e psicologiche e dal bisogno di ricollocare l'arte lì dove deve essere: al centro della vita sociale e culturale. Il contesto attuale offre all'arte, alla danza e alle nostre stesse creazioni la possibilità inaspettata di innescare una nuova rinascita. In questo cambio di prospettiva, lo spazio circolare di GENESI, opera coreografica il cui processo creativo e la cui diffusione è stata bloccata dalla pandemia, diventa un luogo sociale di ancestrale efficacia, per raccogliersi e chiamare a raccolta l'intero vicinato.  

 

 DSC9054  DSC9078  DSC9104

 

The third and final step of research took place in the first week of September 2020 in the Japigia district of Bari, in  the framework  of ARENE CULTURALI, theatre and dance programmation of the City of Bari. GENESI, metropolitan community in a circle project was born from the need to find ourselves, from the desire to overcome economic, social and psychological difficulties and the need to relocate art where it needs to be: at the center of social and cultural life. The current context offers art, dance and our own creations the unexpected possibility of triggering a new rebirth. In this change of perspective, the circular space of GENESI, a choreographic work whose creative process and whose diffusion was blocked by the pandemic, becomes a social place of ancestral effectiveness, to gather and gather the entire neighborhood.